18.01.2017
|
0 Commenti
|

Oggi Karina è partita per la sua Kobrin …Non riusciremo mai pienamente a descrivere la nostra esperienza, tante lettere sono presenti nel nostro cuore.Desidero ringraziare tutti coloro che hanno dimostrato anche con piccoli gesti un pò di attenzione per Karina, Lei solo e solo di questo aveva bisogno….ciò che per noi è a volte è normale, come una carezza oppure un benevolo rimprovero ai nostri figli, ha assunto per noi una valenza diversa…più profonda, più naturale e forse ha saputo scuotere quel torpore affettivo nel quale troppo spesso ci adagiamo, dando per scontato che Amare sia facile…certo per te i tuoi cari  i tuoi amici ma amare l’altro soprattutto se piccolo e indifeso allora comprendi che il vero amore è altro, è un fiume di emozioni ke scorre sotto la sottile pelle della nostra fragile umanità.

Un grazie specialissimo va ai miei figli Cristiana Benedetta e Stefano  con i quali spesso non sono mai tenero ma che  hanno reso la nostra casa una vera e propria casa di Betania con la loro presenza, il tempo dedicato a Karina, hanno realizzato concretamente più delle chiacchiere di noi grandi il comandamento del Maestro.

Grazie ancora a voi tre  per l’amore riversato su Karina Anche a te Enza va il mio grazie.Karina non potrà mai dimenticare il tuo proverbiale sorriso anche…se ti ha rinchiuso fuori il balcone per mezz’ora.

Grazie all’Associazione Alessandro Peluso onlus, per questo lavoro silente…poco conosciuto nel quartiere…ma si sa nessuno è profeta …ma da oggi avrete una voce in più …

Karina ritornerà sicuramente nella nostra famiglia.

Famiglia De Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »